27 maggio 2010

Poco qualificata

Primo giro
JaneDoe scrive: Caro Mega-Presidente e cari Dirigenti tutti, ecco una bozza di contratto; se va bene, va firmata e inviata al partner.
Dirigente scrive: Cara JaneDoe, direi di correggere così e cosà.

Secondo giro
JaneDoe scrive: Caro Mega-Presidente e cari Dirigenti tutti, ho apportato le modifiche: vi segnalo in particolare questo e quest'altro, che evidenzio in giallo; se è tutto OK, possiamo firmare e inviare al partner.
Dirigente scrive: Cara JaneDoe, va tutto bene.

Terzo giro
JaneDoe scrive: Caro Mega-Presidente e cari Dirigenti tutti, dato che tutto è OK, vi rimando il documento senza evidenziazioni.

Segue una settimana di silenzio.
Oggi squilla il telefono.

Dirigente: Allora JaneDoe, com'è andata a finire per quel contratto?
JaneDoe: Veramente non so, io ho rimandato la bozza che va firmata.
Dirigente: E da chi va firmata?
JaneDoe (perplessa): Beh... immagino dal Mega-Presidente.
Dirigente: Ma il Mega-Presidente è stato qui tutta la settimana (di solito è in altra sede, NdA), perché non gliel'hai fatto firmare?
JaneDoe: Ma io...

Dirigente: E poi nella tua ultima mail non hai mica spiegato che la bozza andava firmata. (Paternalistico) E' così o no?
JaneDoe: E' così, ma l'avevo scritto nella mail preced...
Dirigente: Comunque, dato che il Mega-Presidente era qui in sede, perché non gliel'hai fatto firmare?
JaneDoe: Tanto per cominciare, perché nessuno mi ha detto che il Mega-Presidente era qui.

Non vado bene per questo lavoro, non sono una medium.

2 commenti :

  1. Non sei una medium, non hai riscritto sette volte che la bozza del documento da firmare diventata documento definitivo andava fir-ma-ta.... tzè...
    La prossima volta ricordati di fare la bozza, di fargliela firmare e di inserirla nel posto giusto.

    RispondiElimina
  2. Ah, potessi inserirla dove dico io...

    RispondiElimina