17 dicembre 2011

Che te lo dico a fare?

JaneDoe è in riunione con il Capo quando una collega (questa, per la precisione) bussa alla porta.

Collega: Scusate l'interruzione, è che ho questo libro che credo sia dell'archivio...
JaneDoe: Certo che è dell'archivio, grazie di averlo riportato! Lo lasci nella mia stanza, per cortesia?
Collega: OK, te lo lascio sulla scrivania.
JaneDoe: No, per favore, lo lasci sull'armadio? Sai che i libri dell'archivio li poggiamo lì, così non c'è pericolo che si confondano con gli altri. [NdR: siamo pur sempre in una Casa editrice europea e la scrivania di JaneDoe è di norma seppellita di libri]
Collega (perplessa): Sull'armadio?
JaneDoe: Sì, sull'armadio.
Collega (ancora perplessa): Ma quale armadio?
JaneDoe e Capo (in coro): Quello a destra della porta [NB: nella stanza di JaneDoe c'è UN. SOLO. armadio]
Collega: ...OK.

Dopo una mezz'oretta, finita la riunione, JaneDoe torna nella sua stanzetta e il libro di cui sopra fa bella mostra di sé. Sulla scrivania.

6 commenti :

  1. ImpiegataSclerata17 dicembre 2011 15:04

    Decisamente irrecuperabile.

    RispondiElimina
  2. L'unica è minare la scrivania.

    Da noi successe una cosa simile: tipo 'quello scatolone non metterlo sul carrello, che è rotto'

    tre...
    due...
    uno...

    CRASH, sbling-sbleng,crash, rotolrotolrotol, bang, bing, teng, crunch.

    Abbiamo trovato quei vitoni ovunque per un mese, dopo il fatto.
    Quello che l'ha posato non è che abbia proprio imparato, ma, 'nzomma...

    RispondiElimina
  3. No, non ci sono speranze. Avrei tanti aneddoti da raccontare sempre su questa stessa collega, ma mi stanca il solo pensiero.

    RispondiElimina
  4. E t'ho detto a fare cosa, di usare una mina antiuomo?
    Cosi il problema si risolve in maniera... terminale.

    (e pensa che effettone: "Attentato alla Casa Editrice Europea! Solidarietà!, accattatevilli i libri che la bieca teppaglia voleva bruciare')

    RispondiElimina
  5. Uhm. Ma sai che l'idea andrebbe valutata attentamente?

    RispondiElimina