4 febbraio 2009

Il bambino che c'è in noi

Capricciosi, cronicamente in ritardo, esasperanti... Ma in fondo in fondo (molto in fondo) i nostri autori fanno tenerezza.

Abbiamo appena inaugurato un blog. Per il livello tecnologico della Casa editrice europea, la cosa equivale a vincere un Nobel per l'astrofisica: mi hanno pertanto chiesto di fare un rapido "corso di formazione" all'autore che se ne dovrà occupare, per insegnargli a postare, a inserire tag, e altre cose complicate del genere.
Preciso che l'autore ha 35 anni.

Ieri mi ha telefonato per chiedermi conferma di aver capito bene. Abbiamo riepilogato insieme tutte le funzioni del pannello di controllo del blog, io a un capo del telefono, lui all'altro. Alla fine ha esclamato, tra il sorpreso e il giubilante: "Ah, ma è facilissimo!".

Oggi mi ha richiamato: "JaneDoe, allora io ho fatto... Ho pubblicato il mio primo post."
E io: "Ah che bravo, davvero bravissimo! Aspetta che vado subito a vedere..."
Lui (fiero): "Sì sì, ho fatto tutto, eh? Ho messo pure i tag."
Io: "Bravo, sei stato davvero bravo a fare tutto da solo..."

Mi sentivo tanto una mamma che elogia il figlioletto perchè ha mangiato da solo la pappa senza sporcarsi.

1 commento :