19 ottobre 2011

L'uomo propone...

JaneDoe deve partecipare (per conto della Casa editrice europea, of course) a un bando di concorso. Dopo vari giorni, varie richieste e vari sbattimenti di testa al muro, riesce ad avere dalle varie Direzioni aziendali tutti i documenti che occorrono. Questa mattina arriva l'ultimo pezzo mancante: la firma del mega-ultra-super-Capo.

Ore 10.12
JaneDoe (pensa): Oh, benissimo, sono anche in anticipo con la data di scadenza! Adesso...
Capo1: JaneDoe scusa, una faccenda urgente, potresti...

Ore 10.43
JaneDoe (pensa): OK, anche questa è fatta. Ora torniamo al bando. Dunque, i documenti...
Collega2: JaneDoe, scusa, sai quella cosa che mi hai chiesto millemila anni fa? Se hai tempo la facciamo adesso.

Ore 11.27
JaneDoe (pensa): Beh, almeno ci siamo tolti il pensiero di questa cosa che andava fatta millemila anni fa! Ne ho anche approfittato per recuperare un CD, visto che...
Capo3: JaneDoe scusa, sai il documento che mi hai inviato ieri? Mi sono scordato di dirti che andava intestato così e cosà, ti dispiace aggiornarlo e rimandarmelo subito?

Ore 12.02
JaneDoe (pensa): Dunque, il CD. Il bando chiede di inviare copia elettronica della documentazione, quindi ora masterizziamo...
Il computer di JaneDoe si blocca.

Ore 12.35
JaneDoe (pensa): OK, se non altro il computer non è morto del tutto, è "solo" il masterizzatore che non funziona. Chissà se CollegaGentile mi può masterizzare...

Ore 12.37
JaneDoe (pensa): Ah meno male, CollegaGentile ha masterizzato subito il CD! Ora componiamo il plico: concentrazione perché mi devo ricordare tutti i document...
Collega4: JaneDoe scusa, ricordi quel libro che mi avevi chiesto e poi riportato e poi chiesto di nuovo e poi riportato in archivio? Lo vuole Capo5, puoi andarlo a prendere in archivio?

Ore 13.00
Pausa pranzo. Nel frattempo il telefono di JaneDoe non fa che squillare.

Ore 13.30 (sì, nella Casa editrice europea la pausa pranzo dura ben 30 minuti)
JaneDoe (pensa): Beh, adesso basta. Cascasse il mondo, arrivasse pure il mega-ultra-super-Capo, io adesso DEVO comporre questo cavolo di plico! Stampiamo innanzitutto l'etichetta per la bust...
La stampante di JaneDoe si inceppa.

Ore 14.13
JaneDoe (pensa): Uff... E' quasi fatta! Il plico è pronto, adesso mando una mail al destinatario per anticipargli l'invio...
Il computer di JaneDoe si blocca. Di nuovo.

Ore 15.51
JaneDoe (pensa): Dunque ricapitoliamo: il plico è pronto e in mano al fattorino che lo può consegnare a mano, tanto l'indirizzo di consegna è qui a due isolati; la mail al destinatario è già stata letta e ho archiviato l'avviso di ricezione e lettura; direi che a questo punto posso...
Fattorino: Scusa JaneDoe, ma questo plico che mi hai dato dov'è che va portato? Non conosco la strada di questo indirizzo...

5 commenti :

  1. Ma il fattorino da dove arriva? Da marte? Quando facevo la Pony qualchecosa e portavo buste per tutta la città, non mi muovevo senza tuttocittà in saccoccia. Mah?

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  2. Ops, mi si è acncellato mezzo commento iniziale, prima.

    E' vermanete incredibile la capacità di certe persone di darsi appuntamenti non programmati e di farsi vivi tutti in una botta sola sempre nei momenti migliori. Mi sa che hanno i neuroni bolliti tutti radiocontrollati da un gruppo di scienziati alieni per testare la capacità di sopportazione di pochi eletti.

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  3. Tesi avvalorata anche dai continui inceppamenti di pc e stampanti eil telefono che non smette di suonare. Sono decisamente gli alieni che fanno esperimenti.

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  4. La cosa più seccante è stata notare che nessuno si è anche solo minimamente accorto che stavo facendo altro (perché non è che io stia tutto il giorno a pettinar le bambole, eh no)

    RispondiElimina
  5. Non è che non lo notano è che non guardano oltre il loro naso (leggasi: se ne fregano). Lo dico per esperienza in quanto succede anche a me ma non solo quando lavoro (e magari non stò solo facendo 1 cosa ma anche 2/3 insieme e sono sommersa fino al collo e oltre) ma anche quando sono in pausa pranzo alla scrivania, letteralmente col boccone in bocca, il tutto mentre la mia collega che fa orario continuato non viene minimamente interpellata e/o disturbata...

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina