29 ottobre 2011

Cogli l'attimo

Sul lavoro, JaneDoe ha dovuto imparare alla svelta alcune regole ferree. Come, ad esempio, mai offrirsi di fare qualcosa che non ci compete: si fa del lavoro in più che nessuno apprezza, non si ottiene nulla in cambio (nemmeno un grazie) e anzi, si corre il rischio di farsi guardare di traverso dai colleghi convinti che tu voglia far loro le scarpe.
(Del resto, ognuno giudica gli altri in base a se stesso.)

Altra regola ferrea: mai controllare la posta elettronica aziendale fuori dall'orario di lavoro, soprattutto mai controllarla durante i weekend, soprattutto mai e poi mai all'inizio di un "ponte".
JaneDoe, però, è un tipo impulsivo e ogni tanto fa degli strappi alle regole. E se ne pente. Sempre.

Poco fa, per esempio, JaneDoe ha scoperto che ieri, alle 6 del pomeriggio strapassate (quindi ben oltre l'orario di lavoro), un reparto aziendale ha graziosamente sbolognato a un altro reparto (guarda caso quello di JaneDoe) una patata bollente. E poiché l'ufficio riapre mercoledì, solo allora il reparto di JaneDoe potrà occuparsi della cosa. Ma a quel punto, l'ufficio mittente avrà già iniziato a lamentarsi, dato che aveva fatto richiesta BEN cinque giorni prima.

4 commenti :

  1. ....5 giorni NON lavorativi. Per lo meno gli si può puntualizzare questo...

    ImpiegataSclerata

    RispondiElimina
  2. Ci abbiamo provato (è un vero e proprio modus operandi, il loro) ma non posso dire che abbiamo sortito un gran successo :S

    RispondiElimina
  3. ... e scrivergli (subito, da casa) qualcosa come: "ciao, ho controllato la posta e confermo che abbiamo ricevuto la mail così e cosà. Mercoledì la prenderemo sicuramente in carico, e giovedì o venerdì potremo comunicarvi qualche primo risultato" ... ovviamente, con cc ai rispettivi capi. :-)

    Giuda

    RispondiElimina
  4. NO. NON si risponde da casa, in giorni di ferie, a mail di lavoro: si stabilirebbe un pericolosissimo precedente. I dirigenti non ci mettono niente a inferire che possono contattarti anche a casa, anche in giorni di ferie, per la qualunque.
    La cosa è stata risolta così. Al rientro in ufficio ho interpellato un collega: "Collega, per quella richiesta che è arrivata venerdì..." e lui mi ha interrotto con aria decisa: "Vuoi dire quella richiesta che è arrivata OGGI."

    RispondiElimina