23 maggio 2012

L'assommoir

 Driiiiin!
- Pronto?
- Sì salve, sto cercando JaneDoe.
- Sono io, con chi parlo?
- Sono la professoressa Tizia dall'Università Caia; la chiamo per la valutazione della ricerca, so che è lei che si occupa della cosa...
- Sì, mi dica.
- Io ho chiesto tramite il mio Ateneo un vostro titolo, ma l'Università mi dice che avete rifiutato di cederlo, e io so che invece voi siete nell'elenco degli Editori che devono dare i file.
- Non proprio, professoressa; siamo nell'elenco degli Editori disponibili a concedere i file, qualora ne siamo in possesso. Purtroppo nel caso del titolo da lei richiesto non abbiamo il file...
- Ma com'è possibile? Un Editore come voi!
- Mi spiace, ma il titolo è di qualche anno fa e per il pregresso i nostri archivi non sono completi.
- E adesso come faccio? Io devo mandare i titoli in valutazione entro domani, mi sto impegnando per ottenerli da una settimana! Io non posso perdere tempo, sono impegnata, ho le lezioni e i dottorati di ricerca e...
- Mi scusi se l'interrompo, ma quando ha inoltrato la richiesta? Perché sono io che me ne occupo, le evado in giornata...
- Ma l'Università mi ha informato solo ora!
- Guardi professoressa, sono entrata nel sistema e la richiesta è di due giorni fa.
- ... Sì, ecco, ma chi immaginava che un Editore come voi si rifiutasse di inviare il file? Io non ci credo che non ce l'avete!
- Mi perdoni, professoressa, ma sono io che carico i file; finora ne ho caricati quasi 400, uno in più non mi avrebbe creato problemi. E comunque non siamo tenuti a caricare i file, potremmo anche solo autorizzare gli autori a realizzare e caricare una scansione del volume cartaceo. Carichiamo noi i file, quando li abbiamo a disposizione, proprio per dare un servizio in più agli autori. Nel suo caso, purtroppo, non abbiamo il file.
- E adesso, come faccio? Non ho il tempo di andare in tipografia!
- ...
- E bla, bla, bla...
- Scusi, professoressa, ma perché deve andare in tipografia?
- ... Eh? Beh...
- Non deve mica stampare nulla, deve solo creare un file, no? Basta una scansione...
- ...
- E per una scansione non serve una tipografia, basta un centro servizi...
- ...Ma comunque ci vuole tempo!
- Vedo che il suo saggio è di una ventina di pagine, non ci vuole molto; ma poi, scusi, non avete uno scanner in Dipartimento?
- No.
- ...
- E comunque, adesso devo chiudere perché non ho tempo, devo spicciarmi ad andare in tipografia, e farò anche una figuraccia perché la scansione del cartaceo non viene mica bene!

4 commenti :

  1. Professori. Non cambiano mai. Ma non esistono più studenti, o meglio, cultori della materia che, come da tradizione, eseguano quei fondamentali lavori in cambio di una speranza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, queste nuove generazioni che non sono più disposte a fare gavetta!

      Elimina
  2. Di che Facoltà/materia era la luminare ?
    Sono almeno 20 anni che si inviano i lavori stampati da un computer, ed almeno 10 che si inviano direttamente in formato elettronico. Le case editrici di solito ti inviano i file .pdf dopo la pubblicazione, almeno in campo scientifico.
    Che poi non sappia fare una scansione e ottenere un .pdf, nel 2012...

    La cosa + grave, comunque, è che le Università queste cose le hanno segnalate e chieste già in gennaio, se ben ricordo: ora siamo a fine maggio... di dove cade, la collega ?

    Anonimo SQ

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La telefonata si è chiusa con lei che diceva: "Sono proprio arrabbiata!", come se a quel punto io avessi dovuto scoppiare in lacrime, implorare perdono e offrirmi di andare di persona in tipografia a fare la scansione.
      Mi ha fatto pure perdere l'autobus, porc...

      Elimina